De Primi Fine Art SA

Ansel Adams 'The song of the clouds'

Ansel Adams 'The song of the clouds'

Thursday, April 19, 2012Friday, June 15, 2012


Lugano, Switzerland

Opening: Thursday 19 april 2012, 6 pm.

Please scroll down for English version

La De Primi Fine Art di Lugano è lieta di annunciare la mostra dedicata ad Ansel Adams dal titolo Il canto delle nuvole, che si terrà dal 19 aprile al 15 giugno 2012. Verrà esposta una selezione di importanti opere del grande fotografo americano. “Una volta, quando eri appena ragazzo, un’enorme nuvola che sorgeva dietro l’affilato monolite dell’Half Dome - così vasta, chiara e brillante - Ti fece comprendere tutte le cose importanti che stavano intorno e dentro di Te. Per la prima volta capisti il significato dell’arte: come unione di amore, amicizia e comprensione: il desiderio di donare. Insieme il gesto del prendere e dare bellezza, il rivelarsi della luce nella coscienza dello spirito. La tragica e meravigliosa realtà della terra e dell’uomo.

Così, con il puro gesto fotografico - fino ad allora considerato poco più di un semplice mezzo meccanico - all’alba della grande stagione artistica degli Stati Uniti, Tu hai saputo testimoniare il dono, la rivelazione della natura. Come Caspar David Friedrich, in piena risonanza con l’eterno, in una visione insieme microscopica e macroscopica - tanto attenta al minimo dettaglio, così aperta al prodigio dell’immenso - sei riuscito a ridonarci il miracolo della vita, il respiro delle piante, il candore della neve, la fragilità dell’erba, la saggezza dell’acqua, la sacralità delle montagne, il canto delle nuvole”. (Testo di Paolo Repetto)

____________________________________________________________________________________________

De Primi Fine Arte in Lugano, Switzerland, is glad to announce the exhibition dedicated to Ansel Adams and titled The song of the clouds, from 19 april to 15 june 2012. “Once upon a time, when you were a boy, an enormous cloud rising behind the sharp monolith of the Half Dome - so wide, clear and shining - made you understand the important things resting inside you. For the first time you understood meaning of art: as a union of love, friendship and comprehension: the desire to donate. Together the gesture of giving and taking beauty, the revealing of light in the conscience of the spirit. The tragic and wonderful reality of earth and man.

So, with a pure photographic gesture - to this moment considered little less than a simple mechanical means - at the beginning of the great artistic season in the United States, you knew how to testimony the gift, the revelation of Nature. Like Caspar David Friedrich, in a fully resonance with the infinite, in a microscopic and macroscopic at the same time - so keen about the minimum detail, wide open to the prodigy of immense - you managed to gift us again with the miracle of life, the breath of plants, the purity of snow, the frailty of grass, the wisdom of water, the sacredness of mountains, the singing of clouds”. (Text by Paolo Repettto).